Ad inaugurare la mostra sarà un dipinto tra i più belli realizzati da Sassi nell’ultimo periodo della sua carriera: il luminoso Lago Alpino (1902) del Museo Civico e Pinacoteca di Alessandria, opera emblematica anche perché testimonianza del legame mai sopito con la città natale. All’indomani della sua morte la tela fu infatti donata al Municipio dalla figlia Martha, in segno di riconoscenza per gli aiuti elargiti al pittore negli anni della sua formazione.